Il cuore di Chisciotte

“E me ne vado non perché sono rimasto abbastanza. Ma perché rimanere, per me, non ha più importanza”

Il cuore di Don Chisciotte, del folle, di chi cerca la libertà: è lui il protagonista di questo spettacolo, che si anima attraverso disegni ed immagini, musica e parole.

Nella suggestione onirica del buio Gek Tessaro proietta immagini, le distorce, le ingrandisce, fa diventare gli uomini giganti e i mulini a vento piccolissimi, sperimentando acrilico, collage, acquarello, inchiostri che danno vita a scenografie bizzarre, divertenti e poetiche. Costruzioni effimere che nascono, crescono e si concludono con la fine del brano.

Il viaggio, il libro, la realtà e l’immaginazione si fondono nelle avventure del cavaliere errante, che seguendo il suo cuore, pagina dopo pagina, affronta le tappe di un percorso di vita di una forza travolgente ed inarrestabile: la lettura come la magia.

È il cuore dei pazzi, che non pulsa solo di follia, ma anche di coraggio, con tutta la bellezza dell’ostinazione, della resistenza, anche nella consapevolezza dell’impossibilità di vincere.

È il cuore in viaggio, fragile e resiliente allo stesso tempo, capace di atti di vero coraggio, di slanci di fantasia e di grande caparbietà, che nella passione infine si scioglie da tutti i legami, fino a perdere completamente la ragione.

 

vedi tutti gli eventi

Iscriviti alla nostra newsletter!


RINGRAZIAMENTI

Pro Loco e Associazioni Comunali | Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina | Maffei Service
Elettrozeta | Akei web & visual communication