Questo è il mio nome

“Una finestra aperta su storie invisibili, un orecchio rovesciato su un canto che attraversa i mari e i deserti”

Può un palcoscenico trasformarsi in una zattera, in un trampolino, in un podio sul quale salire per riprendere il filo di una storia che ci corre a fianco ogni giorno senza mai passare dalla voce dei protagonisti?

Questo è il mio nome non è solo uno spettacolo, ma una risposta ai pregiudizi, alle convinzioni, alle paure di un mondo in tempesta, frutto di un intenso percorso umano, oltre che artistico, compiuto dalla compagnia del Teatro dell’Orsa al fianco di un gruppo di richiedenti asilo e rifugiati provenienti da Senegal, Costa d’Avorio, Mali, Nigeria e Gambia.

Le voci che raccontano questa storia di migrazione e coraggio sono quelle che hanno chiesto acqua nelle carovane stremate, i piedi che calcano il palco sono quelli che hanno camminato i deserti, le braccia le stesse che hanno affrontato a nuoto i mari.

Ulisse del nostro tempo, perennemente alla ricerca di un’Itaca irraggiungibile, questi protagonisti parlano non solo al sapere, ma al sentire. Un testo che è un patrimonio incandescente, che spinge a fare i conti con la realtà di chi davvero ha visto la propria sopravvivenza appesa a un filo, prima di prendere il coraggio per tentare quel balzo, quella fuga necessaria, proprio come questo spettacolo.

 

vedi tutti gli eventi

Iscriviti alla nostra newsletter!


RINGRAZIAMENTI

Pro Loco e Associazioni Comunali | Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina | Maffei Service
Elettrozeta | Akei web & visual communication